Attuiamo le istruzioni del grande Leader compagno Kim Il Sung per la riunificazione nazionale

 



KIM JONG IL



ATTUIAMO LE ISTRUZIONI DEL GRANDE LEADER COMPAGNO KIM IL SUNG PER LA RIUNIFICAZIONE NAZIONALE



4 agosto 1997



Il nostro popolo celebrerà presto il 52° anniversario della liberazione del nostro paese, l'evento storico col quale il grande Leader compagno Kim Il Sung aprì la via verso una nuova vita per la nostra nazione.

In quest'occasione il nostro popolo guarda indietro con commozione agli sforzi instancabili e alle grandi imprese che lo stimato Leader ha profuso e compiuto per la riunificazione del nostro paese attraverso mezzo secolo sin dal giorno della liberazione nazionale.

Il grande Leader compagno Kim Il Sung desiderava fortemente e lavorò duramente tutta la sua vita per la riunificazione del nostro paese. Egli si crucciava delle sofferenze causate dalla divisione nazionale più di ogni altra cosa e si fece carico di tutte le fatiche, mettendo anima e cuore nella causa della riunificazione nazionale sino all'ultimo istante della sua vita al fine di lasciare in eredità ai posteri un paese riunificato.

Riunificare il paese in base al nobile intento dello stimato Leader compagno Kim Il Sung è il dovere rivoluzionario e l'obbligo morale del nostro Partito e del nostro popolo. È un compito nazionale sacro che incombe alla nostra generazione. Non importa che genere di difficoltà e ostacoli possano sorgere sul cammino della riunificazione nazionale, noi dobbiamo attuare le istruzioni del grande Leader compagno Kim Il Sung per la riunificazione nazionale e adempiere alla responsabilità e al dovere che la nostra generazione si è assunta dinanzi al paese e alla nazione.


1


Il grande Leader compagno Kim Il Sung è il sole della nostra nazione e la stella polare della riunificazione nazionale. Egli ha dedicato tutta la sua vita e compiuto gesta imperiture nella causa della riunificazione nazionale. Con le sue eminenti idee e la sua direzione ha inaugurato la causa della riunificazione nazionale, l'ha diretta vittoriosamente e ha aperto brillanti prospettive per la riunificazione del paese.

La questione della riunificazione nazionale si è presentata quale risultato della divisione del paese ad opera di forze straniere alla fine della Seconda guerra mondiale. La storia di mezzo secolo di divisione del nostro paese in nord e sud è una storia di lotta acuta tra le due opposte linee della riunificazione e della divisione, del patriottismo e del tradimento, e una storia della vittoria delle forze patriottiche che aspirano alla riunificazione.

Sin da quando il paese è stato diviso, il grande Leader compagno Kim Il Sung ha considerato la riunificazione nazionale come il compito supremo della nostra nazione, ha mantenuto coerentemente la linea di una sola Corea, la linea della riunificazione, ha diretto saggiamente la lotta per riunificare il paese e ha rafforzato e fatto evolvere il movimento per la riunificazione in un movimento di respiro nazionale.

La linea della riunificazione nazionale, proposta e invariabilmente mantenuta dal grande Leader è una linea di indipendenza nazionale integrale per la completa sovranità e indipendenza del paese e della nazione e una linea realmente patriottica per lo sviluppo del paese da riunificarsi e per la prosperità nazionale. La questione della riunificazione del nostro paese è il problema di metter fine al dominio straniero e alle ingerenze nei confronti della Corea del Sud, instaurare la sovranità nazionale in tutto il paese, ricollegare i legami di sangue della nazione divisa e realizzare l'unità in una sola nazione. Se la nostra nazione, vissuta omogenea nella stessa terra per migliaia di anni, resta divisa dalle forze straniere, sarà impossibile evitarle sciagure e calamità e liberarla dal dominio e dalla sottomissione stranieri. La riunificazione è l'unico modo corretto per instaurare la completa sovranità del paese e della nazione, far risplendere la dignità e l'onore di quest'ultima e conseguire la prosperità di entrambi. La linea della riunificazione gode di sostegno incondizionato da parte di tutto il popolo coreano poiché riflette gli interessi e le esigenze fondamentali e il desiderio e l'aspirazione unanimi della nostra nazione.

Nella situazione complessa e difficile in cui l'occupazione imperialista americana della Corea del Sud e le manovre delle forze scissioniste in patria e all'estero contro la riunificazione proseguono, lo stimato compagno Kim Il Sung ha mantenuto fermamente e coerentemente la linea della riunificazione e ha diretto il movimento per la riunificazione di sua iniziativa. Rafforzando la metà settentrionale della Corea come un baluardo per la riunificazione nazionale, il grande Leader ha fatto sì che il popolo della metà nord desse un sostegno e un incoraggiamento attivi al popolo sudcoreano nella sua lotta patriottica per l'indipendenza, la democrazia e la riunificazione nazionale senza dimenticarsene neppure per un istante. Egli ha sbaragliato le provocazioni e le manovre delle forze scissioniste in patria e all'estero contro la riunificazione a ogni passo e ha sviluppato costantemente il movimento per la riunificazione. È stato il nostro Leader ad aver sviluppato la lotta nazionale per frustrare le manovre delle forze servili e traditrici per mantenere diviso il paese, convocando la storica conferenza congiunta dei rappresentanti dei partiti politici e delle organizzazioni pubbliche del nord e del sud della Corea nei tetri giorni in cui si escogitavano “elezioni separate e governo separato” a nome dell'ONU in Corea del Sud immediatamente dopo la liberazione; è stato il nostro Leader ad aver mobilitato l'intero popolo coreano alla lotta per bloccare e sbaragliare le manovre degli elementi scissionisti delle “due Coree” in un momento in cui si sviluppavano feroci antagonismi e lotte tra le due linee, una per una Corea e l'altra per “due Coree”, nel nostro paese; è stato sempre il nostro Leader ad aver aperto la via del dialogo e dei negoziati tra il nord e il sud che avevano completamente tagliato i ponti, ad aver assicurato il successo dell'adozione della dichiarazione congiunta e degli accordi nord-sud e aver aperto una nuova fase nel movimento per riunificare il paese. Il grande Leader, che amava di un amore incommensurabilmente nobile il paese e la nazione, non trascorreva una giornata senza preoccuparsi della questione della riunificazione nazionale, né si prese mai un solo giorno di riposo in pace.

Il compagno Kim Il Sung lavorò energicamente per rafforzare l'appoggio internazionale e la solidarietà nei riguardi del movimento per la riunificazione nazionale. Grazie alle sue strenue attività esterne, la validità della linea del nostro Partito sulla riunificazione nazionale è stata ampiamente fatta conoscere nei circoli politici, pubblici e giornalistici di vari paesi, è aumentato l'interesse internazionale per la questione della riunificazione della Corea e sono cresciuti l'appoggio e la solidarietà dei popoli progressisti del mondo nei confronti del movimento volto alla riunificazione del nostro paese.

Grazie ai meritori servigi resi dallo stimato Leader compagno Kim Il Sung, che ha aderito alla linea della riunificazione nazionale e ha dedicato tutti i suoi sforzi alla riunificazione del paese, il movimento per la riunificazione ha continuato a svilupparsi, spazzando via le manovre ostruzionistiche delle forze scissioniste, ed è diventato una potenza indistruttibile. Il desiderio ardente della nazione per la riunificazione del paese si fa sempre più intenso ogni giorno che passa e tutti i coreani nel nord, nel sud e all'estero si sono mobilitati a questo scopo. La trasformazione del movimento per la riunificazione in un potente movimento di respiro nazionale come lo vediamo oggi e la sua avanzata in mezzo all'interesse e all'appoggio mondiali e all'incoraggiamento dei popoli progressisti sono prova di una brillante vittoria della linea della riunificazione sulla linea della divisione.

Il grande Leader compagno Kim Il Sung indicò i tre documenti per la riunificazione nazionale che hanno chiarito i principi e i metodi fondamentali della riunificazione nazionale e hanno fornito la linea direttrice da mantenersi nel compimento della causa della riunificazione nazionale.

I tre principi di indipendenza, riunificazione pacifica e grande unità nazionale sono le pietre miliari per la riunificazione nazionale che hanno manifestato la piattaforma e il metodo fondamentali per la risoluzione del problema della riunificazione nazionale tramite gli sforzi della nazione e in base alla sua volontà e ai suoi interessi. I tre principi della riunificazione nazionale sono il grande programma comune della nazione che il nord e il sud hanno confermato nella loro dichiarazione congiunta del 4 luglio e proclamato solennemente al pubblico in patria e all'estero.

Il programma in dieci punti della grande unità di tutta la nazione per la riunificazione del paese è un programma politico volto a potenziare la forza motrice della riunificazione nazionale conseguendo l'unità dell'intera nazione. Questo programma mostra chiaramente l'obiettivo e la base ideologica della grande unità nazionale, nonché i suoi principi e i suoi metodi, in modo completo.

Il piano d'instaurazione della Repubblica Federale Democratica di Koryo è un progetto che mostra l'aspetto integrale dello Stato da riunificarsi e il metodo della sua realizzazione. Esso indica il metodo elementare per riunificare il paese nel modo più ragionevole e sereno sulla base della tolleranza delle ideologie e dei sistemi del nord e del sud.

I tre principi della riunificazione nazionale, il programma in dieci punti della grande unità di tutta la nazione per la riunificazione del paese e il piano d'instaurazione della RFDK costituiscono i tre documenti per la riunificazione nazionale coi quali il compagno Kim Il Sung ha elaborato i principi e i metodi di base della riunificazione nazionale in un sistema integrale basato sulla sua grande idea Juche e sulle sue preziose esperienze nella lotta per riunificare il paese. I tre documenti per la riunificazione nazionale sono permeati dello spirito d'indipendenza nazionale che considera la sovranità e la dignità nazionali come la linfa vitale e incarnano il suo nobile amore per il paese e la nazione, in vista della riunificazione pacifica del paese tramite la riconciliazione tra nord e sud e la grande unità dell'intera nazione. I tre documenti illustrano il modo più giusto, più ragionevole e più razionale per riunificare il paese quanto prima in base alle condizioni reali del nostro paese, in cui esistono da lungo tempo ideologie e sistemi diversi nel nord e nel sud, e conformemente alle aspirazioni dell'intera nazione alla riunificazione.

Poiché il grande Leader ha dato alla luce i tre documenti per la riunificazione nazionale, la nostra nazione è nella posizione di sviluppare la lotta per la riunificazione con obiettivi, direzione, fiducia e coraggio cristallini e realizzare con successo il suo desiderio lungamente accarezzato tramite i suoi propri sforzi congiunti. I tre documenti per la riunificazione nazionale sono senz'altro la bandiera della riunificazione nazionale, nonché il programma di lotta più giusto e più realistico per la riunificazione indipendente e pacifica del paese.

Il grande Leader compagno Kim Il Sung ha radunato l'intera nazione sotto il vessillo della grande unità nazionale, ha formato la forza motrice della riunificazione nazionale e l'ha rafforzata ulteriormente.

La nostra nazione è la forza motrice della riunificazione del paese e la sua forza risiede nella grande unità nazionale. Quando sia formata la nostra forza per la riunificazione, la vittoria della causa della riunificazione nazionale è assicurata.

Considerando il patriottismo e lo spirito d'indipendenza nazionale come la base dell'unità nazionale, il compagno Kim Il Sung ha fatto della subordinazione di ogni cosa alla causa della riunificazione nazionale, prescindendo dalla diversità di pensieri, idee, opinioni politiche e religiose il principio della grande unità nazionale e ha guidato tutto il popolo che aspira alla riunificazione nazionale, a prescindere dalle storie passate, sulla via della riunificazione e del patriottismo con grande generosità e magnanimità. Egli inalberò la parola d'ordine per l'unità nazionale: «Coloro che hanno la forza, la dedichino alla patria; coloro che hanno l'istruzione, la offrano alla patria; coloro che hanno denaro, lo diano alla patria!» e incoraggiò il popolo coreano di tutti i ceti a contribuire alla causa della riunificazione nazionale, nello spirito dell'amore per il paese e per la nazione. Le sue concezioni e le sue idee sulla grande unità nazionale e il suo elevato amore per l'umanità e la nazione furono la sorgente della forza che ha incoraggiato i compatrioti coreani di ogni strato a intraprendere coraggiosamente la via dell'unità e della riunificazione nazionali.

Il compagno Kim Il Sung prestò grande attenzione alla formazione di un fronte unito nazionale e diresse energicamente il lavoro di unione delle forze per la riunificazione nel nord, nel sud e all'estero. Basandosi sull'esperienza del fronte unito nazionale antigiapponese durante la lotta rivoluzionaria contro il Giappone, egli definì la politica di formazione del grande fronte unito nazionale per la riunificazione del paese e ha guidato saggiamente la lotta per applicarla. Quale risultato, un grande avanzamento si produsse nel lavoro di organizzazione dei compatrioti nel nord, nel sud e all'estero sotto la bandiera della riunificazione nazionale. Allorquando il movimento per la riunificazione del paese si trasformò in un movimento che coinvolgeva tutta la nazione e il loro ardente desiderio di riunificazione nazionale sorgeva come non mai, si tenne un raduno nazionale che rappresentava i coreani nel nord, nel sud e all'estero e nacque l'Alleanza Nazionale per la Riunificazione del Paese che impersonava la volontà di riunificazione della nazione intera. La formazione dell'Alleanza Nazionale per la Riunificazione del Paese è un successo importante, conquistato nel potenziamento della forza motrice della riunificazione del paese e nello sviluppo del movimento della riunificazione a un livello superiore.

Oggi la forza motrice della riunificazione, la causa patriottica, si espande e si rafforza su scala nazionale interessando il nord, il sud e l'estero e cementandosi più solidamente; avanza con vigore verso la riunificazione indipendente e pacifica del paese, schiacciando le forze servili, traditrici e scissioniste.

I meriti che il grande Leader compagno Kim Il Sung si è guadagnato sul cammino della riunificazione del paese sono patrimonio inestimabile del nostro popolo e della nostra nazione, oltre che solide fondamenta sulle quali riunificare il paese. Il suo lavoro di tutta una vita consacrato al paese e alla nazione e i suoi grandi servigi alla nobile causa della riunificazione nazionale risplenderanno per sempre nella storia del nostro paese.


2


Riunificare indefettibilmente il paese nella nostra generazione proseguendo la causa della riunificazione del paese inaugurata e condotta dal grande Leader compagno Kim Il Sung è la ferma decisione del nostro Partito oltre che una volontà rivoluzionaria del nostro popolo.

La partizione territoriale e la divisione della nazione che dura da più di mezzo secolo stanno ostacolando lo sviluppo uniforme della nostra nazione, che ha una storia di 5.000 anni, e sta causando sciagure e sofferenze incommensurabili a tutta la nostra nazione. Se non riusciamo a riunificare il paese nella nostra generazione, le generazioni nuove patiranno anch'esse la tragedia della divisione nazionale, persino la comunità nazionale tra il nord e il sud scomparirebbe e la nazione resterebbe divisa per sempre. Col sistema coloniale imperialista crollato e tutti i paesi e le nazioni un tempo oppressi che avanzano lungo il cammino dell'indipendenza, è una vergogna nazionale intollerabile che la nostra nazione, la quale considera vitali la sua dignità e il suo onore, debba vedere la sua sovranità calpestata da forze straniere.

Dobbiamo portare a compimento la causa della riunificazione del paese, il volere di tutta una vita dello stimato compagno Kim Il Sung e l'esigenza vitale della nazione. La riunificazione nazionale è il maggiore compito nazionale che non dev'essere più trascinato oltre. Dobbiamo riunificare il paese a ogni costo e metter fine alla tragica storia della divisione nazionale, storia di disgrazie. Riunificando il paese, noi dobbiamo salvare i destini della nazione dalla crisi, lasciare in eredità il paese riunificato alle generazioni venture e difendere ed esaltare la dignità e l'onore della nazione.

Al fine di riunificare il paese, dobbiamo difendere le gesta imperiture che il grande Leader compagno Kim Il Sung ha compiuto per la riunificazione nazionale durante tutta la sua vita e attuare la linea e le politiche jucheane per la riunificazione nazionale.

I tre documenti per la riunificazione del paese definiti dal grande Leader sono la guida programmatica che tutta la nostra nazione la quale desideri la riunificazione deve sostenere. Il metodo specifico può cambiare, nella lotta per la riunificazione del paese, coi cambiamenti nella situazione, ma i principi e la concezione di base per la riunificazione del paese non muteranno mai. Nel futuro, dovremo riunificare il paese sulla base dei tre documenti per la riunificazione nazionale a prescindere da come la situazione e le circostanze possano cambiare.

Mantenere il carattere Juche e preservare il carattere nazionale nella creazione dei destini del paese è un'esigenza di principio per l'indipendenza, la sovranità e la crescita del paese in ricchezza e in forza e per la prosperità della nazione. Aderendo al carattere Juche e nazionale e incarnandoli eccelsamente durante l'intero periodo della sua direzione della nostra rivoluzione, il grande Leader compagno Kim Il Sung ha portato a termine la storica causa della liberazione nazionale, ha instaurato un potente Stato socialista indipendente, autosufficiente e autonomo nella difesa e ha assicurato la dimostrazione della forza impenetrabile, del talento e dello spirito infrangibile della nostra nazione al mondo intero. Le linee e i documenti per la riunificazione del paese avanzati dal compagno Kim Il Sung sono motivati dall'esigenza di principio di adesione al carattere Juche e nazionale e ne sono permeati. Mantenere e incarnare a fondo il carattere Juche e nazionale nella lotta per la riunificazione e l'indipendenza del paese è una garanzia elementare per la felice riunificazione del paese in base agli interessi e al desiderio della nostra nazione.

Il paese dev'essere riunificato in ogni caso in base al principio dell'indipendenza nazionale. Il mantenimento di questo principio è fondamentale per conformarsi al carattere Juche e nazionale.

Ogni nazione ha il diritto di forgiare il suo destino con le proprie mani e in maniera indipendente secondo il proprio volere. Nessuno può privare una nazione del suo diritto all'indipendenza o violarlo. Poiché la riunificazione del nostro paese è affare della nostra nazione e concerne il suo diritto all'indipendenza, la nostra nazione deve conseguirla coi suoi sforzi, da padrona, conformemente alla sua volontà e al suo desiderio indipendenti.

Allo scopo di riunificare il paese sul principio dell'indipendenza nazionale, ogni membro della nazione deve armarsi fermamente della coscienza d'indipendenza nazionale e opporsi risolutamente, rigettandoli, al servilismo e all'idea di dipendere da forze straniere.

La coscienza dell'indipendenza nazionale è la forza ideologica che rende potente la nazione e prospero il paese, mentre il servilismo e l'idea di dipendere da forze straniere sono un veleno ideologico che rende sciagurata e impotente una nazione. Che il servilismo e l'idea di dipendere da paesi stranieri portano alla rovina della nazione è la seria e amara lezione che la nostra nazione ha imparato attraverso una lunga storia di sofferenze. Il nostro paese è stato occupato dagli imperialisti giapponesi, il primo movimento comunista ha fallito e il movimento nazionalista è stato sconfitto, in ultima analisi, per colpa del servilismo che si è tradotto in sfiducia nelle proprie forze e in sottomissione alle grandi potenze.

Anche dopo la liberazione del paese, i vari governanti della Corea del Sud che veneravano gli Stati Uniti commisero un tradimento verso la riunificazione nei confronti del paese e della nazione col sostegno degli Stati Uniti, seguendo la sua politica aggressiva. Cercare di trovare una soluzione al problema della riunificazione nazionale per riottenere la sovranità della nazione, sottratta dalle forze straniere, dipendendo da queste, è un atto stupido come quello di mettere di propria spontanea volontà il collo nel cappio della schiavitù.

Al fine di preservare la sovranità e la dignità della nazione e di riunificare il paese in conformità della volontà e degli interessi della nazione, dobbiamo rigettare il servilismo e la dipendenza dalle forze straniere e combattere risolutamente contro l'aggressione e le interferenze di queste ultime. Non permetteremo mai alcun tentativo di realizzare ambizioni aggressive ed egemoniche tramite interferenze nella riunificazione del nostro paese. Dobbiamo combattere più energicamente per la riunificazione del paese innalzando la bandiera dell'indipendenza nazionale e conquistare così la completa indipendenza e la sovranità del paese e della nazione.

Allo scopo di riunificare il paese in modo indipendente, dobbiamo edificare le forze della nostra nazione. La grande unità dell'intera nazione è la garanzia decisiva per la riunificazione indipendente e pacifica del paese. La nostra nazione è la diretta responsabile della riunificazione nazionale e nessuno può sostituirci nella lotta per riunificare il nostro paese. Soltanto quando la nazione sia fermamente unita sotto il vessillo della grande unità nazionale e potenzi la forza motrice della riunificazione nazionale, potremo noi sconfiggere i tentativi delle forze scissioniste in patria e all'estero contro la riunificazione e portare a compimento questa causa.

Per conseguire la grande unità nazionale, dovremo porre gli interessi comuni della nazione sopra ogni altra cosa, relegando le differenze di pensiero, idee e sistemi in secondo piano e attenendoci al principio di unirci su questa base. La riunificazione del paese non è un problema di risolvere determinate contraddizioni di classe all'interno del nostro paese o antagonismi tra sistemi; è la causa nazionale dell'instaurazione della sovranità della nazione in tutto il paese. Nessuna classe o strato può esistere al di fuori della nazione e nessuna indipendenza può garantirsi per i membri della nazione, senza l'indipendenza nazionale. Al giorno d'oggi, allorché la riunificazione del paese è il compito supremo della nazione, nessuna classe o strato dovrebbe porre i propri interessi al di sopra dei comuni interessi nazionali. Per quanto grandi possano essere le differenze tra le ideologie e i sistemi esistenti nel nord e nel sud, esse non possono esserlo più della nostra comunità nazionale, la quale si è formata, consolidata e sviluppata attraverso un lungo periodo storico. Nel momento in cui il nord e il sud metteranno la comunità nazionale e i comuni interessi nazionali al centro, col desiderio della riunificazione del paese, essi potranno conseguire la grande unità dell'intera nazione superando le differenze ideologiche e sistemiche.

L'amore per il paese e per la nazione è il sentire ideologico comune a tutti i membri della nazione e la base ideologica dell'unità nazionale. Amare intensamente il paese e la nazione e apprezzare massimamente la dignità nazionale sono orgogliose tradizioni della nostra nazione, le sue caratteristiche nazionali. Chiunque abbia il sangue e lo spirito della nazione coreana deve tesorizzare e preservare gli ammirevoli tratti nazionali del popolo coreano. Oggi i veri valori e la vera gioia di vivere per i coreani risiedono nel legare il proprio destino a quello della nazione e nel dedicarsi anima e corpo alla nobile causa della riunificazione e dell'indipendenza del paese e alla prosperità della nazione. Chiunque ami il paese e la nazione e si preoccupi dei suoi destini, a prescindere che viva nel nord, nel sud o all'estero, deve unirsi saldamente sotto la bandiera della riunificazione, prescindendo dalle differenze ideologiche, ideali, religiose e politiche, di classe e di ceto.

Noi sosteniamo che il nord e il sud debbano unire gli sforzi per promuovere la coesistenza, la co-prosperità e gli interessi comuni e portare a termine la grande causa della riunificazione del paese mettendo da parte le differenze d'ideologia e di sistema sociale. Ci uniremo con tutti coloro che intraprendano il cammino della riunificazione del paese con coscienza nazionale, a prescindere dalle loro idee e dalle loro credenze religiose, siano essi capitalisti, generali d'esercito o alte cariche. Anche quelli che in passato hanno commesso crimini contro la nazione, se si pentono dei loro errori e si schierano dalla sua parte, li faremo ricominciare da zero, li tratteremo con generosità e ci uniremo con loro.

La linea del nostro Partito per la riunificazione nazionale costituisce una politica inclusiva basata sull'amore per il paese, la nazione e il popolo. La nostra coerente linea di condotta è perseguire invariabilmente una politica inclusiva nell'intero processo di lotta per la riunificazione, l'indipendenza e la prosperità del paese. La linea della grande unità nazionale che incarna pienamente l'idea di amore per il paese, la nazione e il popolo ha dimostrato appieno la sua validità e la sua vitalità nella lotta di lunga durata per la restaurazione della patria, per la costruzione di una nuova società e per la riunificazione nazionale. Noi rispetteremo le ideologie, le idee e le religioni di ogni partito, organizzazione e persona che si ispiri al patriottismo e si mobiliti per la causa della riunificazione, e ci uniremo con essi, compiendo così il nostro dovere e restando fedeli alla nazione.

Riunificare il paese in modo pacifico senza far ricorso alle forze armate è la nostra posizione di principio e la linea coerente del nostro Partito.

Non c'è alcuna ragione per cui noi, compatrioti, dobbiamo batterci gli uni contro gli altri sulla questione della riunificazione nazionale. Le differenze tra le ideologie e i sistemi esistenti al nord e al sud non costituisce motivo per l'uso della forza armata. Nessuno potrebbe accettare una qualche idea o un qualche sistema dietro coercizione e le differenze ideologiche e sistemiche tra il nord e il sud non possono essere abolite con metodi coercitivi. Se il nord e il sud si affrontassero in guerra, la nostra nazione avrebbe a soffrire le devastazioni della guerra e gli imperialisti ne approfitterebbero. La riunificazione pacifica della Corea non è soltanto il desiderio della nostra nazione ma anche l'aspirazione dei popoli del mondo amanti della pace. Chiunque ami il paese e la nazione e apprezzi la pace deve fare tutto quanto in suo potere per la riunificazione pacifica del paese.

Al fine di assicurare la pace sulla penisola coreana e conseguire la riunificazione pacifica del paese, dobbiamo opporci alle manovre volte all'aggressione e alla guerra ed eliminare il pericolo di guerra.

Senza lottare contro le manovre aggressive e bellicose sarebbe impossibile garantire la pace e pensare a una riunificazione pacifica. Al momento attuale, le manovre degli Stati Uniti e dei governanti sudcoreani contro il socialismo e la nostra Repubblica hanno aggravato la tensione e creato il rischio che possa scoppiare una guerra sulla penisola coreana da un momento all'altro.

Il problema di alleviare la tensione e di rimuovere i pericoli di guerra nel nostro paese può essere risolto, prima di tutto, se gli Stati Uniti rinunciano alla loro politica ostile verso la nostra Repubblica per giungere alla conclusione di un trattato di pace tra la RPDC e gli USA. La nostra Repubblica e gli Stati Uniti sono ancora in stato di armistizio temporaneo e i pericoli di guerra non sono svaniti dal nostro paese. Al fine di rimuoverli e di garantire la pace, bisogna che si firmi un trattato di pace tra noi e gli Stati Uniti e che si istituisca un nuovo meccanismo di mantenimento della pace. Inoltre, è imperativo riaffermare l'accordo di non aggressione tra il nord e il sud già diffuso nel mondo e attuarlo a fondo.

Sebbene gli Stati Uniti facciano proclami circa la “fine della guerra fredda” e l'“alleggerimento delle tensioni”, essi continuano a ricorrere alla “politica della forza”, minacciandoci con incessanti esercitazioni militari e manovre aggressive e istigando i governanti sudcoreani alle provocazioni di guerra. Cercare di metterci in ginocchio con le minacce militari o con le pressioni è un tentativo stupido e un atto pericoloso.

Noi difenderemo fermamente il nostro socialismo e non tollereremo che alcuno violi la sovranità e la dignità della nostra nazione. Potenziare le forze armate rivoluzionarie per difendere la sicurezza del paese e del popolo contro le manovre degli imperialisti e dei governanti sudcoreani volte alla provocazione di una guerra è un esercizio naturale di autodifesa. I guerrafondai imperialisti dovrebbero astenersi dal tentare di mettere alla prova la nostra potenza militare con le loro forze armate o di spaventare o mettere in ginocchio il nostro popolo con le minacce militari e le provocazioni. Tali sconsiderati atti sarebbero un'avventura pericolosa che potrebbe finire in una catastrofe terribile. Noi non vogliamo in alcun modo la guerra; lavoriamo coerentemente per riunificare pacificamente il paese.

Il modo più ragionevole di risolvere serenamente la questione della riunificazione coreana è riunificare il paese attraverso una federazione.

La nostra nazione vuole riunificare il paese quanto prima, in un modo ragionevole che sia accettabile per tutti. Più di mezzo secolo è passato da quando i diversi sistemi sono stati instaurati nel nord e nel sud. Se, in queste circostanze, una parte provasse a riunificare il paese sotto il suo sistema, lo stato della divisione ne risulterebbe ulteriormente aggravato e andrebbe a finire in un disastro nazionale irreparabile.

In vista dell'urgente esigenza della nostra nazione e della situazione del paese, il miglior modo per riunificare il paese il prima possibile è l'instaurazione di uno Stato-nazione unificato federale basato su di una nazione, uno Stato, due sistemi e due governi.

La riunificazione tramite federazione è un modo giusto e razionale per la riunificazione che non si focalizzi sui vantaggi e gli interessi di una parte o ne danneggi un'altra. La riunificazione federale contribuirà inoltre a rimuovere i pericoli di guerra che sempre aleggiano sulla penisola coreana e a garantire la pace e la sicurezza nel mondo.

Se il paese si riunifica tramite federazione, la nostra nazione instaurerà la sovranità in tutto il paese e conseguirà la grande unità di una nazione unica; il nostro paese diverrà uno Stato-nazione unificato, indipendente, pacifico e neutrale. Lo Stato federale riunificato non arrecherà danno agli interessi dei paesi vicini, né li minaccerà.

Avanzeremo dinamicamente lungo la via della riunificazione nazionale sotto il vessillo dei tre documenti della riunificazione nazionale indicati dal grande Leader compagno Kim Il Sung senza il minimo tentennamento in qualsiasi difficoltà e problematica.


3


Migliorare le relazioni tra il nord e il sud è un'esigenza impellente per il conseguimento della riunificazione indipendente e pacifica del paese.

Soltanto trasformando le relazioni tra nord e sud da relazioni di sfiducia e antagonismo in rapporti di fiducia e riconciliazione potrà il paese riunificarsi indipendentemente e pacificamente tramite gli sforzi congiunti dell'intera nazione.

La tendenza della riunificazione nazionale sta montando come mai prima d'ora, ma le relazioni tra il nord e il sud sono più tese e instabili che mai. Le autorità sudcoreane in carica, a cui non importa nulla dei destini della nazione e della riunificazione nazionale, stanno cercando di trovare una scappatoia aggravando le tensioni e l'antagonismo tra il nord e il sud, temendo che le cittadelle del loro potere vengano scosse alla base; esse hanno portato le relazioni nord-sud a uno stato critico e stanno intensificando più che mai le manovre guerrafondaie contro il nord in combutta con forze straniere. Da quando è apparso l'attuale “regime” in Corea del Sud, tra il nord e il sud si è aggravato l'antagonismo anziché la riconciliazione e sono aumentati i pericoli di guerra in luogo della pace. Avendo sprofondato le relazioni nord-sud nello stato peggiore è un imperdonabile crimine contro la riunificazione e un tradimento verso il paese e la nazione commesso dalle attuali autorità sudcoreane.

Al fine di migliorare le relazioni tra il nord e il sud e di effettuare un cambiamento in direzione della riunificazione nazionale, le autorità sudcoreane dovranno, prima di tutto, desistere dalla dipendenza dalle forze straniere e dalla “cooperazione” con esse, opporvisi e cacciarle unendo gli sforzi con i loro compatrioti dal punto di vista dell'indipendenza nazionale.

La scelta tra indipendenza nazionale e dipendenza da forze straniere è una pietra di paragone che distingue la riunificazione dalla divisione, il patriottismo dal tradimento. Chi sceglie la via della “cooperazione” con le forze straniere dipendendone, voltando le spalle alla nazione e chiudendo gli occhi dinanzi alle forze proprie della nazione, sarà da quest'ultima abbandonato e dalla Storia punito. Soltanto quando le autorità sudcoreane assumano la posizione dell'indipendenza nazionale e del patriottismo potranno le relazioni tra il nord e il sud svilupparsi in relazioni di fiducia e riconciliazione e una breccia aprirsi per la riunificazione nazionale.

Le autorità sudcoreane devono cambiar politica e schierarsi per l'indipendenza nazionale, apprezzando la nazione ed affidandovisi; devono adottare una politica consistente nel forgiare i destini del paese e della nazione di concerto coi loro compatrioti.

Rimuovere l'antagonismo politico tra il nord e il sud è un prerequisito per il miglioramento delle relazioni tra questi ultimi. Solo così si potranno eliminare le ostilità militari e, anche, realizzare la riconciliazione e l'unità nazionali.

Le autorità sudcoreane devono avere un vero senso di spirito di corpo nazionale, mutare la loro politica ostile di antagonismo contro il nord in una politica riconciliatoria di alleanza con il nord; devono astenersi dal creare malintesi e sfiducia tra il nord e il sud e dall'ostacolare la riconciliazione e l'unità nazionali.

L'antagonismo militare, insieme a quello politico, va rimosso per alleviare le tensioni.

L'antagonismo militare tra il nord e il sud dà adito a sfiducia e incomprensioni tra compatrioti e rende impossibile fidarsi e riappacificarsi gli uni con gli altri; esso inoltre aggraverà le tensioni e porterà alla catastrofe nazionale. Senza eliminarlo è impossibile sia migliorare le relazioni tra nord e sud, sia aspettarsi la pace nella penisola coreana e la riunificazione pacifica.

In Corea del Sud, attualmente, si fa un gran baccano circa una presunta “minaccia di invasione del sud”. Tuttavia, non la “minaccia di invasione del sud” ma la minaccia di invasione del nord esiste realmente nel nostro paese. Se non fosse per la minaccia di invasione del nord, l'antagonismo militare tra il nord e il sud sarebbe stato eliminato.

Le autorità sudcoreane devono abbandonare la loro pericolosa politica di guerra e alleviare la tensione. In Corea del Sud si devono fermare la corsa al riarmo e l'importazione di armi dall'estero, interrompere le esercitazioni militari congiunte con le forze armate straniere e astenersi dal commettere provocazioni militari sconsiderate.

Allo scopo di rimuovere l'antagonismo tra il nord e il sud e promuovere la riconciliazione e l'unità nazionali, la vita sociale e politica in Corea del Sud dev'essere democratizzata. Chiunque salga al potere, fintantoché continuerà il dominio fascista in Corea del Sud, sarà impossibile eliminare l'antagonismo tra il nord e il sud o pensare a libere discussioni e attività per la riunificazione nazionale da parte dei partiti politici, dei gruppi e delle persone di ogni ceto in Corea del Sud. Peggio ancora, fintantoché esisteranno in Corea del Sud leggi scellerate contro la nazione e la riunificazione, come la “Legge sulla sicurezza nazionale” che definisce la stessa razza come nemica, considera un crimine avere contatti e scambi tra le persone e le personalità pubbliche di vari settori del nord e del sud e reprime le forze patriottiche per la riunificazione, la riconciliazione nazionale, l'unità e i contatti e gli scambi tra il nord e il sud non si realizzeranno mai. La tortuosa storia del movimento per la riunificazione nazionale iniziata con la divisione della nazione dimostra che fin quando esisterà in Corea del Sud la “Legge sulla sicurezza nazionale”, nessun progresso si verificherà nelle relazioni tra nord e sud.

La realtà odierna, in cui le forze patriottiche per la riunificazione e la democrazia vengono represse in Corea del Sud dalla “Legge sulla sicurezza nazionale” e le relazioni tra nord e sud sono al punto più basso, richiede la democratizzazione come un compito imperativo. La “Legge sulla sicurezza nazionale” che affligge il popolo sudcoreano e danneggia tutta la nazione dev'essere abrogata, e vanno garantite le libertà politiche e i diritti democratici come la libertà di discussione e di attività dei partiti politici, dei gruppi e dei ceti per la riunificazione nazionale in Corea del Sud. Questi problemi vanno risolti al fine di migliorare le relazioni tra nord e sud e aprire una nuova fase per la riunificazione nazionale.

Se le autorità sudcoreane rinunciano all'attuale politica di antagonismo antinazionale e contro la riunificazione ed effettuano dei cambiamenti pratici positivi per soddisfare le aspettative dell'intera nazione, noi le incontreremo in qualsiasi momento per negoziare a cuore aperto a proposito dei destini della nazione e lavoreremo insieme alla riunificazione del paese. Osserveremo i loro atteggiamenti e le loro azioni.

Al fine di trovare una corretta soluzione alla questione coreana, i paesi interessati devono svolgere un ruolo positivo con l'atteggiamento sincero di aiutare la riunificazione della Corea. Essi devono rispettare la sovranità e la volontà di riunificazione della nostra nazione e cooperare strettamente per facilitare il lavoro della nostra nazione volto a riunificare il paese indipendentemente e pacificamente.

Gli Stati Uniti, un attore direttamente responsabile della questione coreana, devono eseguire con sincerità i loro impegni e doveri firmati. Devono cambiare radicalmente la loro politica anacronistica verso la Corea e astenersi dall'interferire con la riunificazione indipendente e pacifica della Corea. Noi non abbiamo intenzione di considerare gli Stati Uniti come nostro nemico giurato per centinaia di anni; speriamo di normalizzare le relazioni tra Corea e USA. Queste si svilupperanno negli interessi dei popoli dei due paesi se gli Stati Uniti si sbarazzano delle idee vetuste dei tempi della guerra fredda, desistono dall'approcciare la questione coreana con la politica della forza e facilitano la pace e la riunificazione della penisola coreana.

Il Giappone, che ha imposto sciagure e disastri oltre misura sul nostro popolo nel passato, deve riflettere sinceramente sul suo passato, rinunciare alla sua politica ostile verso la nostra Repubblica e smettere di istigare la divisione della Corea e ostacolare la sua riunificazione. Allora noi assumeremo un atteggiamento amichevole verso il Giappone, nostro vicino, e le anomale relazioni tra Corea e Giappone miglioreranno.

Il futuro della lotta del nostro popolo per la riunificazione del nostro popolo non è tranquillo, ma la riunificazione del nostro paese, il sogno nel cassetto della nostra nazione, sarà senz'altro conseguita.

Allorquando la Corea si sarà riunificata, il nostro paese farà la sua comparsa sull'arena mondiale con grande dignità in quanto Stato ricco e potente, indipendente e sovrano con una popolazione di 70 milioni di persone e la nostra nazione esalterà il suo orgoglio di essere una nazione dinamica, dignitosa e grande.

Dobbiamo lanciare una lotta su scala nazionale per attuare le istruzioni del grande Leader compagno Kim Il Sung per la riunificazione e anticipare così il giorno storico in cui i 70 milioni di nostri compatrioti vivranno felici nel paese riunito.



─ Kim Jong Il, Opere scelte, vol. 14, Edizioni in Lingue Estere, Pyongyang 2014, pagg. 314-32 ed. ing.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sulle idee del Juché

Per una giusta percezione del nazionalismo

Insegnamenti storici della situazione cecoslovacca