Rendiamo immortali la grande idea rivoluzionaria del Songun del compagno Kim Jong Il e le sue gesta

 


KIM JONG UN


RENDIAMO IMMORTALI LA GRANDE IDEA RIVOLUZIONARIA DEL SONGUN DEL COMPAGNO KIM JONG IL E LE SUE GESTA


Dichiarazione per il Rodong Sinmun e il Joson Inmingun, organi del Partito del Lavoro di Corea e dell'Esercito Popolare di Corea, in occasione del Giorno del Songun


25 agosto Juche 102 (2013)



Con grande rispetto per il compagno Kim Jong Il e ferma fiducia nella vittoria finale della rivoluzione, i nostri soldati e il nostro popolo celebrano il 53° anniversario dell’inizio della direzione della rivoluzione del Songun da parte di Kim Jong Il.

Il Giorno del Songun, che ricorda l’inizio della direzione rivoluzionaria del Songun da parte del Generale Kim Jong Il, rappresenta, assieme all’anniversario della fondazione dell’Esercito Popolare di Corea, una data di importanza storica, nella quale è stata posta una pietra miliare nella storia dell’edificazione delle nostre forze armate rivoluzionarie e del Paese. Questo giorno ha segnato una svolta radicale nel consolidamento e nello sviluppo delle nostre forze armate e della causa del Juche, e che ha dato continuità alla storia e alla tradizione della nostra sacra rivoluzione del Songun, iniziata iniziate e continuate con la forza delle armi conseguendo vittorie su vittorie.

Il Songun è un'orgogliosa tradizione della rivoluzione coreana che fu intrapresa dal grande compagno Kim Il Sung e diretta da egli e da Kim Jong Il, così come la bandiera della vittoria e della gloria.

Furono i grandi Generalissimi a esplorare il cammino della rivoluzione Songun e a scrivere un nuovo capitolo della storia, dando inizio all'epoca del Songun.

Kim Il Sung charì fin da subito la verità della lotta rivoluzionaria per la quale solo con le armi si può sconfiggere il nemico armato e presentò il concetto e la linea di dare la priorità al fucile, agli affari militari. Considerò la costruzione delle forze armate come una delle questioni fondamentali della rivoluzione, prestò un'attenzione primordiale all'organizzazione e al consolidamento del corpo armato e realizzò l'opera storica della liberazione nazionale, con l'Esercito Rivoluzionario Popolare di Corea quale pilastro. Fece ricorso al fucile rivoluzionario dirigendo con saggezza le due guerre rivoluzionarie, le due fasi della rivoluzione sociale e l'edificazione socialista, finché costruì il socialismo nel nostro stile che mette al centro le masse popolari, esaltando la dignità e l'onore della nazione.

Fedele alla sua idea e alla sua opera, Kim Jong Il superò le dure prove della storia e condusse la nostra rivoluzione lungo il cammino glorioso della vittoria, dirigendo la rivoluzione con l'originale metodo del Songun.

Era il 25 agosto 1960 quando egli lasciò le sue prime tracce di direzione nella Divisione Guardia Carrista 105 Ryu Kyong Su di Seul dell'EPC, evento storico che manifestò la sua decisione di continuare la causa rivoluzionaria del Leader e significò l'inizio della sua guida tramite il Songun.

Il Songun fu la sua idea e la sua prassi rivoluzionarie, il suo ideale e il suo metodo politici.

Nei suoi continui viaggi d'ispezione alle unità dell'Esercito Popolare nel corso di più di mezzo secolo, dacché cominciò a dirigere la rivoluzione mediante il Songun, egli consolidò l'Esercito Popolare quale indistruttibile forza armata rivoluzionaria e, valendosi del Songun, conseguì l'avanzata vittoriosa del processo rivoluzionario e costruttivo.

Consolidare l'esercito fu per lui il compito più importante nell'opera del Songun. Trasformandolo in delle truppe rivoluzionarie indistruttibili del Leader, infinitamente fedeli alla causa del Partito, lo esaltò come pilastro e forza motrice della rivoluzione e ottenne trionfi storici nei cruenti scontri con l'imperialismo e gli Stati Uniti per salvaguardare la sicurezza della patria e il socialismo. Definì spirito rivoluzionario dei militari, spirito che simboleggia e rappresenta l'era del Songun, i tratti dei soldati dell'Esercito Popolare che difendono il Leader e applicano i suoi insegnamenti rischiando la vita e sacrificandosi eroicamente, e mobilitò tutti i soldati e i civili affinché vivessero e lottassero con questo spirito, registrando con esso un grande slancio in tutti gli ambiti della rivoluzione e dell'edificazione.

Con l'obiettivo di assicurare i successi della sua guida tramite il Songun e materializzare in tutti gli ambiti la politica del Songun, egli dispose che la prima riunione dell'Assemblea Popolare Suprema della Repubblica Popolare Democratica di Corea nella sua X legislatura adottasse una Costituzione socialista che riflettesse l'idea e i principi rivoluzionari del Songun. Allo stesso tempo instaurò un nuovo sistema di amministrazione statale che si imperniasse sulla Commissione per la Difesa Nazionale e che condusse saggiamente affinché tutte le attività dello Stato si realizzassero in base al principio del predominio militare.

La storia inedita della sua direzione della rivoluzione mediante il Songun si caratterizza per un'indipendenza antimperialista totale e un'abnegazione patriottica senza paragoni, per le sublimi dimostrazioni di assoluta fiducia e di amore paterno nei confronti degli ufficiali e dei soldati dell'Esercito e degli altri strati della popolazione.

Grazie alla sua direzione, la nostra rivoluzione ha potuto ottenere vittorie una dopo l'altra contro venti e maree. Grazie alle sue intensissime giornate di lavoro per il benessere della nazione, il nostro esercito e altri strati della popolazione hanno potuto creare miracoli mai visti prima dall'umanità.

Di fatto, il Songun fu il credo rivoluzionario incrollabile che il nostro Generale ha difeso e incarnato in tutta la sua vita, così come una pratica rivoluzionaria grandiosa tramite la quale ha dato lustro alla storia nazionale con vittorie brillanti e gesta eterne.

Sistematizzando e arricchendo l'idea Songun nel processo della sua direzione senza precedenti, egli diede al nostro popolo e agli altri rivoluzionari del mondo le direttrici e la bandiera per trionfi continui nell'opera volta a realizzare la causa dell'indipendenza.

Stiamo parlando di un'idea che dà la priorità agli affari militari nella causa delle masse popolari per l'indipendenza e il socialismo e che dà slancio al processo rivoluzionario e costruttivo tenendo quale nucleo l'esercito rivoluzionario.

Questa idea parte da un principio della rivoluzione basato sull'idea Juche, consistente nel fatto che il fucile rivoluzionario decide del trionfo della causa rivoluzionaria e risponde, in maniera scientifica e concreta, alle questioni fondamentali per la vittoria della rivoluzione.

Essa enuncia la teoria rivoluzionaria sulla necessità di potenziare il fucile rivoluzionario, l'esercito della rivoluzione, di consolidare il soggetto della rivoluzione mettendolo in primo piano e di appoggiarsi su di esso per la vittoriosa avanzata del processo rivoluzionario e costruttivo.

La sua maggiore esigenza è dare la priorità agli affari militari, prestare un'attenzione primaria alla costruzione dell'esercito come esercito del Partito e del leader, come forze armate rivoluzionarie indistruttibili capaci di sconfiggere qualsiasi nemico per potente che sia.

Per forgiare il suo destino e portare a compimento la causa socialista nel contesto dell'intenso scontro con l'imperialismo e del pericolo permanente di guerra, le masse popolari devono potenziare anzitutto il fucile rivoluzionario e impugnarlo più fermamente. La storia del movimento socialista mondiale ci insegna seriamente che con un esercito debole e inconseguente non si possono difendere né il destino dei popoli né il socialismo.

L'irrobustimento del soggetto della rivoluzione prendendo l'esercito come forza principale e l'avvalersi del suo ruolo di protagonista per dare impulso alla lotta rivoluzionaria e al lavoro di edificazione sono diventate una nuova teoria rivoluzionaria chiarificata dall'idea Songun.

La rivoluzione è una lotta di vita o di morte tra rivoluzionari e controrivoluzionari e il suo destino dipende da come viene rafforzato il soggetto della rivoluzione e da come viene elevato il suo ruolo.

Un esercito rivoluzionario diretto dal Leader è il più rivoluzionario, organizzato, disciplinato e combattivo tra tutti i collettivi sociali che costituiscono le forze rivoluzionarie in una società socialista dove le masse popolari sono padrone. Per la sua idea, la sua forza spirituale e le sue attitudini rivoluzionarie, esso è capace di orientare l'insieme della società e di spingere avanti la lotta rivoluzionaria e il lavoro di edificazione. Le sue potenzialità possono essere incomparabilmente grandi se si schiera in prima linea e, unito monoliticamente al resto della popolazione, lotta con lo spirito e il temperamento che lo caratterizzano.

L'idea rivoluzionaria del Songun ha aperto un nuovo cammino, un cammino di vittoria che permette di consolidare il soggetto della rivoluzione e di elevare il suo ruolo per l'avanzata vittoriosa delle masse popolari per l'indipendenza e il socialismo.

Essa espone per la prima volta la teoria per la quale il Songun è la politica più potente e il metodo principale della politica socialista.

I concetti e gli ideali diventano realtà attraverso la politica, fattore, questo, che decide del destino delle masse popolari, della prosperità o della decadenza di un paese e di una nazione.

Per la prima volta nella storia, il grande compagno Kim Jong Il ha spiegato che, per il suo obiettivo di materializzare l'aspirazione delle masse popolari all'indipendenza e di difendere i loro interessi sotto tutti gli aspetti, la politica socialista dev'essere necessariamente di tipo Songun e sistematizzò ciò quale metodo principale della politica socialista.

Come indicò, questa politica situa gli affari militari sopra tutti gli altri doveri dello Stato, difende la patria, la rivoluzione e il socialismo e dà uno slancio dinamico all'edificazione socialista nel suo complesso, tenendo l'Esercito Popolare come forza portante e principale. Si tratta di un metodo di natura indipendente che incarna integralmente i principi e le formule che emanano dall'idea Songun.

Con la nascita della citata politica quale metodo principale della politica socialista, si sono verificati cambiamenti trascendentali nella storia dell'umanità e del socialismo e siamo giunti a possedere un mezzo onnipotente per realizzare con successo l'ideale e i principi del socialismo.

L'idea Songun del compagno Kim Jong Il è un pensiero rivoluzionario sorretto da una ferma posizione indipendente e antimperialista e dal nobile amore per la patria, la nazione e il popolo e che si basa su di una volontà e una convinzione ferree.

Questo termine dell'epoca attuale nasce dalla fede inalterabile, dalla volontà e dal grande valore che caratterizzavano il compagno Kim Jong Il il quale, assumendosi la piena responsabilità del destino e del futuro della nazione e del popolo, risolse tutti i problemi a favore delle loro esigenze e dei loro interessi e alla nostra maniera, in mezzo a un duro e prolungato scontro con le potenze imperialiste. La sua grande idea rivoluzionaria, il Songun, ci permette di difendere fermamente con le nostre forze e armi la dignità del paese, l'indipendenza del popolo e le conquiste del socialismo, allo stesso modo di come garantisce il rafforzamento e la prosperità della patria e il luminoso futuro della nazione.

Arricchita dalla lotta per applicare nella pratica l'idea Juche, essa è una teoria scientifica e rivoluzionaria che aiuta a materializzare impeccabilmente e sotto tutti gli aspetti le loro esigenze.

Grazie alla sua sistematizzazione e al suo sviluppo da parte del compagno Kim Jong Il, la summa teorica della nostra rivoluzione è stata arricchita e l'attrattiva e la vitalità dell'idea Juche sono giunte a livelli mai visti prima.

Questa è la radice del Songun, il suo fedele riflesso.

È merito del Songun se il Juche, tradotto nella pratica rivoluzionaria, denota maggiore validità come grande direttrice che assicura la marcia trionfante e il compimento della causa delle masse popolari per l'indipendenza.

Kim Jong Il condusse con abilità il processo rivoluzionario del Songun, guadagnandosi meriti imperituri per la patria, la rivoluzione, l'epoca e la storia.

Difese con onore il socialismo del Juche instaurato dal nostro Leader e assicurò la continuità della causa rivoluzionaria del Juche e del Songun.

Il socialismo del Juche è una valorosa conquista della nostra rivoluzione che il grande Leader conseguì col lavoro di tutta una vita e rappresenta la linfa vitale del nostro popolo, l'apice della sua vera esistenza e felicità. Gli anni '90 furono un periodo molto duro per la nostra rivoluzione poiché giunse al colmo la sconsiderata intenzione dell'imperialismo statunitense e dei suoi alleati di impedire l'avanzata vittoriosa della nostra rivoluzione ed eliminare il nostro socialismo. Allorquando i coreani si trovarono dinanzi al dilemma di trionfare come popolo e combattenti indipendenti oppure sottomettersi un'altra volta all'imperialismo come schiavi coloniali, il nostro Generale difese fermamente il socialismo del Juche e conseguì un brillante trionfo inalberando alta la bandiera del Songun, un miracolo storico che non potrà essere fatto da nessun altro essere umano.

Fu lui che, al fronte della rivoluzione del Songun, formò una solida base per la prosperità della patria e il trionfo della causa rivoluzionaria del Juche dandone piena garanzia di vittoria.

Il requisito più importante per il trionfo della rivoluzione è il rafforzamento del suo stato maggiore, che è il Partito, e riunire in maniera compatta l'esercito e il popolo attorno ad esso, rinvigorendo così le forze protagoniste della rivoluzione.

Il principio fondamentale che il nostro Generale mantenne invariabilmente nella costruzione del Partito fu fare in modo che questi fosse il Partito del Leader Kim Il Sung. Definì l'identificazione di tutto il Partito col kimilsungismo come obiettivo generale della sua edificazione e diresse con intelligenza il lavoro volto a istituire il sistema di ideologia e direzione unica in ogni sua istanza. Come risultato, il nostro Partito è divenuto un collettivo rivoluzionario invincibile, infinitamente fedele all'idea e alla direzione del suo Leader, con un alto senso di organizzazione e disciplina, forti radici nelle masse e nell'esercito, e che adempie soddisfacentemente alla sua missione e al suo ruolo di guida della rivoluzione del Songun. Il nostro Generale ha conseguito l'unità unanime del Partito, dell'Esercito e del popolo attorno al Leader, definendola il compito più importante della rivoluzione, e moltiplicò in questo modo la potenza delle forze principali della rivoluzione del Songun.

Rese altresì invincibile l'Esercito Popolare e, con esso quale nucleo, consolidò le potenzialità militari del paese, solida garanzia per il trionfo della causa rivoluzionaria del Juche.

Sotto la sua entusiastica direzione, il nostro Esercito Popolare si è trasformato in un distaccamento della rivoluzione del Songun che ha quale missione vitale la difesa del Leader a costo della vita e che compie infallibilmente gli ordini del Comandante supremo, avanzando sempre in prima linea. Adeguare l'industria della difesa nazionale alle condizioni specifiche del paese, modernizzarla e informatizzarla ha permesso di darle un tale impulso che oggi possiamo produrre coi nostri propri mezzi qualsiasi arma moderna che desideriamo. Grazie alla distinta direzione della rivoluzione del Songun da parte del nostro Generale, l'Esercito Popolare è cresciuto come una forza rivoluzionaria incomparabilmente possente, il nostro paese ha dato lustro al suo impeto quale potenza del monte Paektu che fabbrica e lancia satelliti artificiali e possiede armi nucleari, e abbiamo difeso in modo affidabile la sovranità e la dignità del paese frustrando tutte le aggressioni e le provocazioni degli imperialisti.

Il grande Generale gettò una solida base materiale e tecnica per la costruzione di uno Stato socialista potente e prospero.

Grazie alla sua direzione, durante l'Ardua Marcia forzata, periodo in cui la nostra rivoluzione passò severe difficoltà, fu tracciato un grande progetto per questa costruzione volto all'arricchimento e alla prosperità della patria e in tutto il paese si scatenò un entusiasmo per conseguire nuovi successi straordinari e innovazioni. Si levarono alte le potenti fiamme della rivoluzione industriale nel nuovo secolo, si aprì l'era dell'economia della conoscenza, si eressero ovunque costruzioni monumentali rappresentanti l'epoca e si crearono molti modelli della cultura del Songun. I beni e le realizzazioni inestimabili generati nell'era del Songun dal nostro Esercito e da tutta la popolazione sotto la saggia direzione del grande Generale, sono diventati un patrimonio prezioso per l'arricchimento e la prosperità della nazione di Kim Il Sung e della Corea di Kim Jong Il.

Dirigendo la rivoluzione mediante il Songun, il grande Generale impresse nuovi cambiamenti negli sforzi per riunificare la patria in maniera indipendente e preservò la pace e la sicurezza nel mondo. Aprì l'Era della Riunificazione del 15 Giugno, sostentata dall'ideale Tra di noi connazionali, gettò delle preziose fondamenta per la reintegrazione e la prosperità comune nazionali e mandò in pezzi le interminabili macchinazioni degli imperialisti volte a provocare una guerra, difendendo la pace in Asia e nel resto del mondo.

Le grandi imprese realizzate dal compagno Kim Jong Il per la patria, la rivoluzione, l'epoca e la storia durante più di mezzo secolo della sua infallibile direzione mediante il Songun, risplenderanno eternamente nell'avanzata vittoriosa della nostra causa rivoluzionaria.

Dobbiamo ereditare fedelmente e rendere immortali la grande idea rivoluzionaria Songun del compagno Kim Jong Il e le sue gesta.

L'idea rivoluzionaria del Songun è la grande guida fondamentale della nostra rivoluzione e i meriti conquistati dal grande Generale nella sua direzione mediante il Songun sono forze motrici della vittoria.

Ereditare e portare a compimento la causa rivoluzionaria del Juche inalberando invariabilmente la bandiera del Songun è la salda determinazione e la ferrea volontà del nostro Partito, del nostro Esercito e del nostro popolo.

Dobbiamo proseguire sul cammino del Songun, dell'indipendenza e del socialismo che il grande Generale ha percorso per tutta la sua vita, realizzare il suo lascito e portare con successo a termine la causa rivoluzionaria del Juche e del Songun.

Tutti i quadri, i militanti del Partito e gli altri lavoratori si armeranno saldamente dell'idea rivoluzionaria del Songun del compagno Kim Jong Il, conosceranno a fondo i grandi meriti da egli conquistati applicando il Songun, li incarneranno alla lettera nel processo rivoluzionario e costruttivo e li renderanno perpetui.

Siamo tenuti a materializzare integralmente la linea di dare la priorità al fucile, agli affari militari, e di consolidare la capacità difensiva del paese con ogni mezzo.

Dobbiamo far sì che l'Esercito Popolare sia composto da truppe dall'ideologia e dalla fede salde, da potenti truppe rivoluzionarie del monte Paektu.

La direzione del Partito è vitale per l'Esercito Popolare, poiché la potenza di quest'ultimo è inconcepibile al di fuori di questa direzione. L'Esercito Popolare deve seguire un solo percorso: avanzare a diritto col fucile in mano verso la direzione indicata dal Partito. Il nostro fucile deve sempre essere un immutabile punto di appoggio che dia sicurezza al Partito e alla sua causa.

Dinanzi a qualsiasi prova o cambiamento di situazione, gli ufficiali e i soldati dell'Esercito Popolare riconosceranno unicamente il Partito e il Leader e manterranno con vigore una sola idea e una sola determinazione di difenderli risolutamente. Si compenetreranno dell'ideologia rivoluzionaria del nostro Partito e manterranno l'incrollabile decisione di difendere fino alla morte la bandiera rossa della rivoluzione, la bandiera del Partito del Juche.

Tutto l'Esercito si dedicherà con grande entusiasmo all'addestramento come fecero i guerriglieri del monte Paektu, per formare tutti i militari come valorosi combattenti capaci di vincere ognuno cento nemici, che padroneggino le strategie e le tattiche militari di Kim Il Sung e Kim Jong Il e possiedano l'eroico spirito e la formidabile preparazione al combattimento, così come per instaurare una ferrea disciplina nelle unità e dotarle di qualità proprie delle forze regolari.

Per il miglior servizio dei militari, si arrederanno le postazioni e le baracche come le proprie case e si creeranno per loro delle ottime condizioni di vita materiale e culturale.

Gli ufficiali e i soldati dell'Esercito Popolare, compiendo la loro missione principale che è quella di difendere il paese, devono effettuare grandi passi in avanti in molteplici direzioni e nelle più importanti opere della costruzione socialista, senza mai accontentarsi nell'azione di servire il popolo.

Si richiede un grande impegno nello sviluppo dell'industria della difesa nazionale. Il settore si concentrerà nel conseguire maggiori successi nel lavoro per fare del nostro paese la maggiore potenza militare e produrrà più e migliori armamenti di grande precisione, leggeri, non pilotati, intelligenti e adeguati ai nostri militari.

La Guardia Rossa Operaio-Contadina eleverà la sua combattività tramite intense esercitazioni militari e politiche e si preparerà a difendere dinanzi a qualsiasi eventualità le proprie province, i propri distretti e il proprio suolo patrio.

Bisogna compiere grandi balzi e innovazioni in tutti i settori dell'edificazione socialista.

Si deve dare un maggiore impulso alla costruzione di una potenza economica attenendosi fedelmente alla linea del nostro Partito sullo sviluppo parallelo, al fine di elevare sensibilmente il tenore di vita della popolazione.

Si rinnoveranno l'agricoltura e l'industria leggera, ambiti principali per la costruzione della potenza economica, e si accelererà la costruzione di abitazioni affinché i cittadini possano vivere una vita comoda e felice.

Si metterà l'accento sui settori principali dell'economia nazionale, le industrie fondamentali, di modo che abbia effetto la base indipendente che abbiamo creato e si promuovano la modernizzazione e la stabilità produttiva. In particolare, ci si impegnerà soprattutto nelle industrie elettrica e carbonifera, mentre quelle metallurgica e chimica saranno colonne gemelle che permettano un progresso dell'economia nazionale nel suo insieme.

Ci incombe accelerare lo sviluppo scientifico e tecnologico e formare tutti i cittadini come scienziati e tecnici di gran talento, per elevare così il livello di modernizzazione dell'economia nazionale, la sua dotazione della tecnologia CNC e completare la sua struttura conformemente all'esigenza dell'era dell'economia della conoscenza.

Dobbiamo accelerare la costruzione di uno Stato socialista avanzato. Trasformeremo tutti i membri della società in artefici della cultura socialista che ne sappiano anche usufruire, avanzeremo in tutti gli aspetti dell'edificazione culturale e realizzeremo il desiderio della nostra popolazione di godere di una vita salutare e colta.

Al fine di conseguire un cambiamento decisivo nella costruzione di uno Stato socialista potente e prospero, è d'uopo elevare maggiormente le funzioni e il ruolo combattivo delle organizzazioni del Partito.

Queste ultime sono unità d'avanguardia della rivoluzione del Songun e tramite esse si materializzano l'ideologia e la direzione del Partito. Prendendo come linea principale del loro lavoro l'instaurazione del sistema di direzione unica del Partito, si farà in modo che tutti i quadri, i militanti e gli altri lavoratori siano fedeli all'ideologia e all'orientamento del loro leader e sviluppino tutte le attività in accordo con l'idea e il pensiero del Partito.

Nell'odierna offensiva generale devono sfruttare al massimo la forza spirituale dei quadri, dei membri del Partito e dei lavoratori. La madre del prodigio è la forza spirituale delle masse e la chiave di volta che apre una nuova era di prosperità nella costruzione dello Stato potente e prospero risiede nel far ardere i loro cuori.

Le organizzazioni del Partito si impegneranno nell'educazione dei quadri, dei militanti e dei lavoratori, volta a persuaderli della grandezza dell'idea rivoluzionaria del Songun e dei meriti del Generale Kim Jong Il, e perpetuarli. Svilupperanno tra le masse un lavoro politico dinamico, simile a quello che si conduce nelle trincee in piena guerra, fino a che tutti costoro facciano proprio lo spirito e lo stile di lavoro dei militari dell'Esercito Popolare, disposti a sacrificarsi per difendere il leader e attuare le sue istruzioni, e mostrino appieno il patriottismo di Kim Jong Il per ravvivare le fiamme della creazione della “velocità di Masikryong”.

È indispensabile rinvigorire la grande campagna dell'edificazione socialista tramite la cooperazione dei militari e dei civili.

Stiamo parlando di un efficace metodo di lavoro che permette al nostro esercito e al nostro popolo di sviluppare un'offensiva decisa, strettamente uniti. Le alte cariche militari e civili metteranno tutto il proprio impegno nell'organizzazione e nella direzione a beneficio di questa cooperazione, faranno appello alla forza spirituale dei militari e dei civili e a tutti i mezzi per compiere infallibilmente e puntualmente i compiti che si assumono le loro rispettive unità.

In fedele ossequio al lascito e al nobile proposito dei grandi Generalissimi, dobbiamo sforzarci con valore per aprire una nuova congiuntura per la riunificazione della patria, prevenire le aggressioni e la guerra e difendere la pace e la sicurezza nel mondo.

La nostra ideologia e la causa della rivoluzione del Songun sono invincibili.

Fintantoché la grande idea Juche e l'idea rivoluzionaria del Songun ci illumineranno il cammino da seguire e conteremo sulla saggia direzione del Partito, sull'unità unanime esercito-popolo e sull'indistruttibile Esercito Popolare, la vittoria della causa rivoluzionaria del Juche e del Songun è garantita.

Come nel passato, conseguiremo sempre vittorie inalberando la grande bandiera del Songun.



─ Kim Jong Un, Per costruire uno Stato potente e prospero, Edizioni in Lingue Estere, Pyongyang 2016, pagg. 33-51 ed. sp.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sulle idee del Juché

Per una giusta percezione del nazionalismo

Insegnamenti storici della situazione cecoslovacca